Città di Polizzi Generosa

Sito internet istituzionale

Italian Chinese (Simplified) English French German Greek Russian Spanish

Formazione graduatoria per il servizio civico

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA

CAPOFILA DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35

PIANO DI ZONA  2013/2015

AZIONE N. 1  -  1^ ANNUALITA’

 “INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA PER PREVENIRE E/O CONTRASTARE SITUAZIONI DI DISAGIO”

FORMAZIONE GRADUATUORIA PER SERVIZIO CIVICO

AVVISO PUBBLICO

E’ indetto avviso pubblico per l’inserimento in attività di servizio civico volontario dei cittadini privi di occupazione e in stato di bisogno o a rischio di emarginazione sociale,in attuazione del Piano di Zona  2013/2015  - Azione n.1 - 1^ annualità

L’inserimento civico è previsto per 60 giorni e per tre ore giornaliere con un compenso assistenziale forfettario orario pari ad Euro 7,00 per complessive 65 soggetti nell’ambito del Distretto Socio-sanitario n.35.

Come previsto dal PdZ, i posti saranno ripartiti come appresso:

Alimena                    6

Blufi                           4

Bompietro                 4

Castellana Sicula   8

Gangi                      14

Geraci Siculo           5

Petralia Soprana     8

Petralia Sottana       7

Polizzi Generosa     9

Si precisa che potrà essere ammesso al servizio civico un solo componente il nucleo familiare.

 L’avviamento al servizio è riservato a:

  1. Cittadini di età compresa tra i 18 ed i 65 anni di età , residenti nei comuni appartenenti al distretto socio-sanitario n.35, che siano disoccupati e in condizioni di disagio economico;
  2. Adulti seguiti dai servizi sociali dei Comuni anche in condizioni di non indigenza, per i quali sia opportuno avviare un inserimento su progetto personalizzato integrato con particolare riguardo al sostegno alla genitorialità  ( per detta categoria si prevede una quota del 20%).
  3. Adulti seguiti dai servizi socio-sanitari e/o dai servizi di esecuzione penale esterna, anche in condizione di non indigenza, per i quai sia opportuno avviare un inserimento in situazione di lavoro protetto, su progetto personalizzato integrato, al fine di sperimentare eventuali capacità e quindi prevedere un possibile recupero sul piano globale ( per detta categoria si prevede una quota del 10%).

L’istanza di inserimento civico dovrà essere presentata all’ufficio dei servizi sociali del Comune di residenza entro il termine perentorio del 21/09/2015 corredata dai seguenti documenti:

l  Autocertificazione relativa allo stato disoccupazione riferita alla data di presentazione dell’istanza; detto requisito dovrà altresì permanere al momento di avviamento del soggetto al servizio civico;

l  Attestazione ISEE, rilasciata secondo i nuovi criteri introdotti dal D.P.C.M. n.159/2013, non superiore ad Euro 7.500,00.

l  Ogni altra documentazione idonea a comprovare lo stato di bisogno e di disagio.

Ogni Comune del Distretto predisporrà una graduatoria delle richieste in base all’ordine crescente dell’ISEE  (a parità di ISEE sarà data precedenza al soggetto appartenente al nucleo familiare più numeroso, e, in caso di ulteriore parità, al più anziano); trasmetterà quindi  al Comune Capofila l’elenco dei soggetti da avviare al servizio civico, comprensivo dei soggetti inseriti in base alle riserve, ai fini della predisposizione delle granzie assicurative.

I cittadini ammessi al servizio civico potranno essere utilizzati, in linea di massima, in ambito comunale nei servizi di seguito elencati:

-         area scolastica e culturale: assistenza agli scuolabus, vigilanze presso le scuole,

-     area vigilanza: immobili comunali, musei, palestra, campi sportivi, ecc,

-         area assistenza: servizi integrativi a favore di persone disabili e/o anziani:compagnia, ritiro documenti, commissioni,

-         area strutture:manutenzione ordinaria di strutture comunali e del verde pubblico, monitoraggio del decoro e dell'arredo urbano,

-         ogni altra attività che il servizio sociale professionale ritiene opportuno indicare nel processo di aiuto.

I soggetti ammessi al servizio, previa acquisizione di certificazione medica di idoneità, stipuleranno con il Comune apposito protocollo (disciplinare di inserimento) dal quale risulterà che in nessun caso le prestazioni da eseguire potranno essere configurate come lavoro subordinato, né di carattere publbico, né di caratere privato, né a tempo determinato, né a tempo indeterminato, avendo invece natura di attività volontaria a carattere meramente occasionale, in ambito di iniziativa assistenziale, le cui prestazioni non sono soggette ad IVA.

Sia l’Ente che i soggetti inseriti potranno recedere in qualsiasi momento con semplice comunicazione scritta.

I soggetti avviati all’attività saranno assicurati per la responsabilità cibvile verso terzi ed infortuni e saranno destinati agli ambiti stabiliti in ogni Comune.

L’abbigliamento e gli strumenti di lavoro, ove necessari, saranno forniti dalle singole Amministrazioni Comunali.

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, si informa che i dati raccolti saranno trattati in conformità alle leggi sulla privacy.

Per maggiori informazioni gli interessati potranno rivolgersi agli uffici dei servizi sociali comunali interessati, dove saranno disponibili gli appositi moduli per la presentazione delle istanze.

Premesso che nell’anno in corso sono già stati realizzati altri interventi di sostegno economico attraverso il servizio civico con  risorse provenienti da precedenti Piani di Zona o da altri finanziamenti regionali  e considerato che il crescente disagio economico della popolazione del distretto impone l’adozione di criteri di equità, al fine di garantire l’accesso alle misure assistenziali  da parte del maggiore numero possibile di destinatari, fermi restando i tetti di ISEE previsti dal bando , nella graduatoria la precedenza spetterà ai richiedenti che nell’anno 2015 non hanno fruito di alcun progetto di servizio civico   finanziato con i Piani di Zona o  con altre provvidenze  regionali (cantieri di servizio). Coloro che hanno beneficiato di provvidenze economiche per l’avvio al servizio civico o ad analoghe iniziative nel’anno 2015 potranno comunque presentare richiesta, ma verranno collocati in coda alla graduatoria, sempre secondo i criteri previsti dal presente bando.

Gli utenti segnalati dai servizi socio-sanitari e di esecuzione penale esterna, per i quali è prevista la riserva nella percentuale complessiva del 30%, potranno essere ammessi al servizio indipendentemente dal fatto che abbiano usufruito delle provvidenze sopra citate o dei  cantieri di servizio.

Petralia Sottana, lì 28/08/2015 

                

 F.TO   Il Coordinatore del  Gruppo Piano

                (Dott.Giuseppe Di Gangi)

 

 

 

Scarica la domanda