Stampa questa pagina

Il Sindaco

 Il Sindaco: dott. Gandolfo Librizzi

 

 

 

email: sindaco@comune.polizzi.pa.it

Telefono: 0921.551600

 

Biografia

 

Nato a Polizzi Generosa (PA), 1964, laureato in Filosofia, è Funzionario Direttivo dell’Ente Parco delle Madonie, per il quale ha curato la pubblicazione del “Vademecum delle attività esercitabili nel Parco delle Madonie” (1997).

Dal 28 ottobre 2021 è Presidente dell’Assemblea dei Sindaci (19 Comuni) del Consorzio Madonita per la Legalità e lo Sviluppo, gestore di beni confiscati alla mafia.

 

Dal 1985 al 2003 è stato, a più riprese, consigliere Comunale e, dal giugno 2003 al marzo 2006, assessore e anche Vice Sindaco.

Per il Comune di Polizzi Generosa, nel 1999, ha scritto il libro Polizzi Città d’arte, della cultura, dello sport e del volontariato, che ospita la Presentazione della Ministro per i Beni e le Attività Culturali, On. Giovanna Melandri.

 

È stato Presidente del Conservatorio di Musica di Stato “A. Scarlatti - già V. Bellini” di Palermo, dal 22 luglio 2016 al 21 luglio 2019. In tale veste ha scritto il libro (2019) L'anima del luogo. Il nuovo Conservatorio antico di quattrocento anni (2016-2019), per descrivere gli ampi e mirati interventi di riqualificazione realizzati sotto la presidenza.

 

Tra gli incarichi presso la Regione Siciliana, ha ricoperto, fra gli altri, il ruolo di Capo di Gabinetto Vicario: dell’Assessore Regionale all’Economia (11 novembre 2015 - 20 novembre 2017) e dell’Assessore regionale del Territorio e dell’Ambiente (18 aprile - 3 novembre 2014).

Dall’1 aprile 1993 (data di costituzione), al 22 gennaio 2006, è stato Presidente dell’Associazione “Anthropos” di volontariato, solidarietà e cooperazione internazionale, promuovendo e concorrendo a realizzare, in tale veste, il “Centro di mondialità e interculturalità” (’99); campi di Volontariato Internazionale in collaborazione con lo S.C.I. (’99-’01) e diversi progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo (1994-2001) in Brasile, Nicaragua, El Salvador, Perù, Argentina, Kenya, Messico, recandosi di persona in Brasile, Nicaragua, El Salvador e Messico.

 

Da questa esperienza di cooperazione e solidarietà è scaturito il libro, di cui è coautore, “Inizia un cammino…” (1997) che porta il saluto introduttivo del Presidente della Camera dei Deputati, On. Luciano Violante e la prefazione del teologo della liberazione, il brasiliano Leonardo Boff.

 

Con la Re.Co.Sol. – Rete dei Comuni Solidali, oggi Rete delle Comunità Solidali, di cui è stato tra i fondatori nel 2003 a Pinerolo (TO) e referente per la Sicilia, ha scritto il libro, sotto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e di diversi Enti Locali, «LA SFIDA DELLA SOLIDARIETA’. Una nuova cooperazione (decentrata) allo sviluppo. Il modello della Rete dei Comuni Solidali (RE.CO.SOL.)», e partecipato ad alcuni viaggi di cooperazione e solidarietà internazionale: in Mali (2006) e in Algeria presso i campi profughi Saharawi (2009).

 

Da sempre ha animato e promosso azioni di valorizzazione e divulgazione della figura e dell’opera di G.A. Borgese con la promozione e costituzione della Fondazione “G.A. Borgese” della quale, dal 2006, ne è Direttore. In tale veste ha scritto diverse opere, tra cui: una “Biografia di Giuseppe Antonio Borgese” (2012) e i libri: “No, io non giuro. Lettere a Mussolini di Giuseppe Antonio Borgese. Una storia antifascista” (2013), in occasione dell’80° anniversario del Memoriale inviato da Borgese a Mussolini per motivare il suo rifiuto a prestare il giuramento fascista imposto ai professori universitari; “La Fondazione “G. A. Borgese”. Storia di un progetto culturale”, per il decennale della nascita della Fondazione (2012); “Lo stupore della Bellezza. Borgese scrittore viaggiatore. L’atto di nascita del critico e dell’artista per il volume G.A. Borgese. Gita a Monreale. Da una Lettera giovanile, il percorso arabo-normanno” (2018); oltre diversi saggi critici: per la pubblicazione degli Atti del convegno nazionale nel novantesimo anniversario della pubblicazione del romanzo Rubè (2012); per la ristampa delle opera: Tempesta nel nulla (2013), La Città dell’Uomo. Una dichiarazione sulla democrazia mondiale, traduzione, inedita in lingua italiana, I vivi e i morti (2014), Il Pellegrino Appassionato (2019), raccolta di tutte le novella borgesiane, G.A. Borgese - I cinque diari americani (1928-1935) (2020), che presenta anche una nota di Luciano Canfora, nonché per i volumi di studio: “La scrittura dell’esilio oltreoceano. Diaspora culturale italo–tedesca nell’Europa totalitaria del nazifascismo. Riflessioni interdisciplinari”, a cura di Ester Saletta (2020), “Borgese e la diaspora intellettuale europea negli Stati Uniti”, atti del convegno svoltosi il 7 e 8 maggio 2015 all’Università di Liegi in Belgio (2016) a cura di Ilaria De Seta, “Il Peccato della ragione” Presentazione del saggio sulle “Origini intellettuali del fascismo” di G.A. Borgese (2010) a cura di Dario Consoli.

 

Per diletto e proprio bisogno ha scritto alcuni romanzi, La mia anima, la mia terra (2002), ispirato a un trekking introspettivo e spirituale e A schiena dritta (2008), ispirato alle lotte di occupazione delle terre a Polizzi Generosa.

 

Ha svolto il servizio di leva presso i paracadusti della Folgore conseguendo il brevetto militare.