Città di Polizzi Generosa

Sito internet istituzionale

Italian Chinese (Simplified) English French German Greek Russian Spanish

Personaggi illustri

Polizzi Generosa ha dato i natali ad alcuni personaggi illustri tra i quali: Giuseppe Antonio Borgese, il Cardinale Mariano Rampolla e Vincent Schiavelli.

 

Giuseppe Antonio Borgese


Fotografia di Giuseppe Antonio BorgeseGiuseppe Antonio Borgese nacque a Polizzi Generosa il 12 novembre del 1882 e morì a Fiesole il 4 dicembre 1952. Autore eclettico, versatile, moderno, veramente cittadino del mondo, forte delle proprie idee tanto da non piegarsi a nessuna imposizione, è stata una delle personalità culturali più autorevoli e ascoltate del primo novecento italiano. Di Borgese critico letterario di prim'ordine, giornalista fra i più prestigiosi del suo tempo, insigne professore (fu il primo, a soli 27 anni, ad ottenere una cattedra universitaria di Letteratura tedesca a Torino e a 28 anni a Roma), narratore (autore del Ruba, primo grande romanzo del dopoguerra pubblicato nel '21), si è scritto molto, anche se non abbastanza.

E proprio qui, nel suo pensiero politico (Borgese sapeva che il vero politico non è uomo d'azione, ma di pensiero), nelle sue profezie storico-politiche, risiede, oggi, la sua grande attualità ed eredità. Anche se cittadino del mondo, rimase profondamente siciliano per carattere e non dimenticò mai la sua amata terra, quella Sicilia che, come ebbe a scrivere, é:
"Un'isola non abbastanza isola: in questa contraddizione è contenuto il tema storico della Sicilia, la suo sostanza vitale... meno che nazione, Ia Sicilia è più che regione: non un frammento d'Italia, ma suo integrazione ed aumento".

 


Logo Fondazione Borgese

 

 

Della figura e dell'opera di questo grande pensatore la Fondazione a lui dedicata vuole essere un'occasione per non disperderne il patrimonio culturale e la lezione civile che Egli ha lasciato.

 

 Approfondimenti:

 

Lassù nelle Madonie, che è il nome degli Appennini di Sicilia, dove non sono tornato ancora, il paese dei miei primi anni ha spazio. In tutto il gran scenario - oleandri lungo la valle classica, olivi di greppo in greppo, vette chiare calanti a schiere dagli acrocori del centro al mare, infine il mare d'Imera, tagliato a spicchio dietro l'ultima quinta - non si vede altra città o villaggio. Polizzi Generosa, drappeggiata nel suo superbo epiteto, torreggia sola.

da "Accenti" di G. A. Borgese

 

 

Cardinale Mariano Rampolla

 

Ritratto del Cardinal Mariano Rampolla - Philip de László (1869–1937)Il Cardinale Mariano Rampolla del Tindaro nacque a Polizzi Generosa nel 1843. Nel 1874 fu nominato canonico di S.Mario Maggiore e l'anno dopo consigliere della Nunziatura di Spagna. Nel 1877 fu promosso segretario della Congregazione di Propaganda Fide e nel 1880 ottenne il posto di segretario degli affari ecclesiastici presso Leone XIII. Vescovo titolare di Eracle nel 1882, gli fu conferita lo stesso anno la Nunziatura di Spagna e il 1° marzo del 1887, Leone XIII lo nominò Cardinale e nello stesso anno fu nominato Segretario di Stato della Santa Sede. Si impegnò in una trattativa per riallacciare i rapporti con le nazioni, interrotti o alterati negli ultimi anni di pontificato di Pio IX. Morto Leone XIII (1903) e adunato il conclave, nonostante i veti di alcuni porporati italiani e tedeschi, venne eletto al soglio pontificio il 2 agosto 1903.

Ma il veto del cardinale polacco Puzyna ne impedì la proclamazione. Rampolla protestò per l'atto che recava pregiudizio alla libertà della Chiesa e pronunciò la celebre frase: "Deploro che si attenti gravemente in materia. Non mi dolgo per l'offesa che si fa a me Mariano Rampolla del Tindaro, ma per l'offesa che in mia persona si fa a Santa Romana Chiesa".
Il cardinale visse gli ultimi anni della sua vita in severo raccoglimento, dedicandosi ad opere di pietà ed a studi di sacra archeologia, continuando nello stesso tempo ad avere parte nel Governo della Chiesa come segretario della Congregazione del Sant'Uffizio.

Morì a Roma il 16 dicembre 1913 nella palazzina di S.Marta.

 

 

Approfondimenti:

 

 

 

 

Vincent Schiavelli

 

Fotografia di Vincent SchiavelliVincent Schiavelli nacque nel 1948 a Brooklyn negli USA, ma le origini della sua famiglia erano di Polizzi Generosa. È stato uno dei volti più noti del cinema interpretando diverse parti in vari film come: "Qualcuno volò sul nido del cuculo", "Biade Runner", "Ghost", "Amadeus", "007 Il domani non muore mai", "Nuovo Mondo" e così via fino ad arrivare a quota 120, oltre a numerosi lavori teatrali e serial televisivi.
Quello che colpiva immediatamente di lui era la sua estrema simpatia e il suo lessico particolare perché nato dall'incontro del siciliano, dell'americano e dell'italiano.
Nella sua vita si è anche occupato di trascrivere libri di cucina dove i racconti della gente fanno da cornice alle più antiche ricette siciliane.
Negli ultimi anni aveva preferito ritornare nella sua amata Polizzi Generosa, di cui era cittadino onorario, dove viveva con la compagna. Nell'estate del 2004, proprio a Polizzi, aveva interpretato Don Chisciotte nella rassegna dedicata all'opera di Miguel de Cervantes curata da Mimmo Cuticchio.

E' morto nel 2005, all'età di 57 anni, a causa di una malattia incurabile.

 

 

 

 Approfondimenti:

 

 

 

 

 

Altri personaggi illustri 

 

Altri personaggi illustri originari di Polizzi Generosa sono: il regista di fama mondiale Martin Scorsese, il noto stilista Domenico Dolce che ha esportato ovunque la moda italiana ed il pittore Croce Taravella dal ricco curriculum che comprende la partecipazione alla Biennale di Venezia nel 2005.

 

Martin ScorseseDomenico DolceCroce Taravella

 

 

Ed ancora, lo storico Giovan Battista Caruso, autore di opere monumentali sulla storia della Sicilia, (Polizzi Generosa 1673 - 1724) Approfondimento di Danilo Caruso; Giuseppe d'Alessi (Polizzi Generosa, 1612 – Palermo, 1647) un battiloro palermitano. Organizzò nel 1647 una grossa rivolta antispagnola come Masaniello. 

 

Vincenzo Abbate, direttore della Galleria Regionale della Sicilia in Palazzo Abatellis a Palermo, critico d'arte, scrittore; ancora tra i personaggi benemeriti di rilevanza locale il Beato Guglielmo Gnoffi, detto l'eremita delle Madonie, nato nel 1256; lo storiografo Giuseppe Di Fiore "Malatacca"; Fra' Gioacchino Di Giovanni (1706-1786), autore di preziose memorie polizzane in quattro volumi; Fra' Angelico Rampolla, generale dell'Ordine dei Fatebenefratelli; gli scultori Pietro Bencivinni (1660-1759), e Domenico Pagano (1851-1912); l'archeologa Nina Sardo; il poeta Gandolfo Iraggi; il partigiano Santo Gagliardotto (1922-1944), fucilato dai nazifascisti a Pesaro l'11/5/1944; gli scrittori di storia municipale Padre Flaviano Farella, Celestina Salamone Cristodaro, Ida Rampolla Dominici e Carlo Borgese; la scrittrice Carol Lunetta Cianca; il fotografo Luciano Schimmenti; la pittrice Francesca Di Carpinello; l'imprenditore Giuseppe Albanese, presidente dell'Associazione piccoli e medi industriali di Palermo.

 

Di padre polizzano l'attore Fausto Russo Alesi,  di madre polizzana Michele Serra, giornalista satirico, romanziere, saggista, poeta, autore di teatro, sceneggiatore; 

 

Altro in questa categoria: « Artigianato Feste e folklore »